Login

 
 

Ultime immersioni inserite

Data Immersione
27/01/18 Lago di Lavarone - IceExperience
06/07/17 Isola dei Cavoli - I Variglioni
08/02/16 Lido Rosa die Venti
03/02/16 Area Del Ciongolo
27/11/15 SECCA DEL CORVO

Relitto Rosa Vlassi (Grecia)

Scritto da divemania in data 21/09/10
Rating   Login per votare. Voti: 1  
| Commenti 0 | Visite 1712

 

 

 

Cargo/battello a vapore ROSA VLASSI, registrata nel registro del Pireo 1531, stazza lorda 1.959 tonnellate, stazza netta 914 tonnellate , capacità di carico 2.784 t, costruita nel 1946 a Sunderland, alimentata da un motore 750 HP.

La nave era stata inizialmente chiamata Empire "abitante della pianura" è stata costruita nel 1946 per ordine dell'uffico della Guerra britannico.

La Nave aveva 283,7 m di lunghezza e una velocità massima 9 ½ nodi. Lo stesso anno la nave è stata venduta a William Cory Ltd a Londra e fu rinominata Corflow. Nel 1959 fu venduta a Vlassis G. & Co. La nave carica di 2.900 tonnellate di pirite di ferro in stratoni, il 24 dicembre 1959 circa alle 14,40 stava navigato nella zona del Pireo con al comando Pavlos Koskorozis e seguenti membri dell'equipaggio:

  1. Vladimir STERENBOCKEN, Chief Mate
  2. Vasilios PAVLOPOULOS, Cadet Captain
  3. Ilias MATIS, Wireless Telephone Operator
  4. Stavros YIARENAKIS, Engineer in Chief
  5. Evangelos KOTROZOS, First Assistant Engineer
  6. Ioannis SARAVANOS, Bosun
  7. Stavros VOUTSAS, Sailor
  8. Kyriakos FLORIS, Sailor
  9. Ioannis TSAROUHAS, Sailor
  10. Dimitrios TSAROUHAS, Deck Boy
  11. Dimitrios KOKORIS, Chief Stocker
  12. Anastasios HOIBOS, Fireman
  13. Vasilios PATRINOS, Fireman
  14. Haralabos MIHAIL, Fireman
  15. Stylianos DIAKOGIORGOS, Bed Room Steward
  16. Triantafyllos LIAPIDIS
  17. Stavros YIANNIKAKIS

 

Alle 16,35 il Rosa Vlassi ha inviato il seguente messaggio: SOS Siamo in pericolo posizione un miglio a sud di Sounio.

Alle 16.50 tutti abbandonarono la nave poco prima che si capovolgesse. E 'stato grazie alla compostezza e al coraggio del Primo ufficiale di coperta che alcuni membri dell'equipaggio riuscirono a entrare in una scialuppa di salvataggio e a salvarsi. I loro nomi erano B. Sterenbocken, I. Koskorozis. Matis I., S. e K. Voutsas Floris.

Vasilis Pavlopoulos è stato recuperato dalla ELPIS una barca da pesca.

Il resto dei membri dell'equipaggio purtroppo non sopravvisse.

Durante gli interrogatori che seguirono all'incidente i sopravvissuti hanno affermato che l'affondamento non dipendeva dal sovracarico ma si poteva attribuire allo spostamento del carico liquido.  

 

 

 

 

Buon divertimento.

 

 

Commenti

Fai tu il primo commento!


Per inserire un commento devi essere un utente registrato.
Registrati oppure fai il Login
 

Ultimi utenti facebook