Login

 
 

Ultime immersioni inserite

Data Immersione
27/01/18 Lago di Lavarone - IceExperience
06/07/17 Isola dei Cavoli - I Variglioni
08/02/16 Lido Rosa die Venti
03/02/16 Area Del Ciongolo
27/11/15 SECCA DEL CORVO

Jacket DIVESYSTEM FLY TECH 20

Scritto da divemania in data 01/02/10
Rating   Login per votare. Voti: 1  
| Commenti 2 | Visite 7300

 


 


 

Tech Deep 20

Quando il confort del jacket ricreativo e la vestibilità del jacket tecnico si fondono in un unico jacket danno vita al FLY TECH. Jacket ricreativo da viaggio a volume posteriore, pensato per il subacqueo che ama girare il mondo con bagaglio leggero ma che non rinuncia alla propria attrezzatura.

Sacco completamente posteriore, per non effettuare alcuna compressione sul corpo a giubbetto gonfio Schienalino morbido in cordura® 1000 denari, con doppia fascia di fissaggio bombole.

Taschine posteriori per 4 Kg di zavorra, onde compensare la maggiore galleggiabilità delle bombole in alluminio e favorire la posizione verticale in superficie Spallacci e pettorale con agganci rapidi, regolabili a giubbetto indossato e preformati anche per il fisico femminile Fascia addominale con chiusura a fibbia ed inguinale con aggancio

Gruppo comandi con impugnatura ergonomica, del tipo a pistone con meccanismo in metallo cromato

Quattordici D-ring di acciaio inox AISI 316

Sacco in poliuretano Soltane F/B4 da 20 litri

Involucro esterno protettivo in cordura® 1000 denari, con elastici di regolazione riempimento e patta proteggi sacco in cordura® 1000 con trattamento no-grip sotto la cerniera; cursore cerniera a scomparsa

Corrugato con uscita a curva semplice e cavetto metallico interno antisfilamento

Tre valvole di sovrapressione e scarico rapido

Optional tasche porta maschera o porta oggetti

Rivestimento corrugato con coltello Codice prodotto G4050

I buoni progetti nascono dalla sperimentazione, dall’esperienza, dal padroneggiare la tecnica. I progetti che si impongono tuttavia, quelli che superano la prova del tempo e si rinnovano fissando continuamente nuovi standard di eccellenza, hanno bisogno anche di passione, cultura del lavoro e soprattutto debbono avere una dose di visionarietà.

Questi sono stati gli elementi che hanno trasformato un sogno, nel 1993, in una realtà tecnica di primo piano a livello nazionale ed internazionale: la Divesystem, fondata da Paolo Zazzeri e Gioia Ancillotti.

Mute stagne uniche come coloro che le indossano, tailor made, fatte su misura, per vestire di sicurezza e garantire elevate performance ai sub nelle discese tecniche più impegnative.

La produzione di mute stagne e gav Divesystem, tutta made in italy, nasce dall’esperienza dei due fondatori, arricchitasi negli anni grazie al contenuto tecnico e alle richieste espresse da ogni singolo subacqueo, sino allo sconfinato feedback che solo i corpi militari italiani possono garantire: Divesystem è infatti fornitore ufficiale dei Carabinieri subacquei, della Marina Militare Italiana, del 9° Reggimento Assaltatori Col Moschin, del Reggimento Lagunari "Serenissima", dei sommozzatori della Polizia di Stato, Guardia Costiera e dei Vigili del Fuoco. Orgoglio sorretto da una supremazia tecnica che fa scuola.

L’intera produzione è incentrata sulla realizzazione di mute stagne e gav, dedicati espressamente all’immersione tecnica. Attorno a questo, seguendo la filosofia aziendale che s’impone continuamente orizzonti tecnici sempre più alti, una serie di accessori ormai fondamentali: pinne, palloni, mulinelli, fino ad una linea di trascinatori subacquei: SUS. Se all’immersione tecnica è dedicato tutto il know-how Divesystem, i riflessi son garantiti anche a chi pratica l’immersione ricreativa: soluzioni diverse ma con gli stessi principi costruttivi di qualità.

Le origini, quelle che hanno dato forza e contenuto al sogno Divesystem non sono rinnegati, ma continuamente valorizzati da uno stabilimento che affianca ai gesti e alle operazioni artigianali, una infrastruttura tecnologicamente dotata, che permette la sperimentazione dei prototipi in una vasca a tre livelli di profondità (fino a 10 Mt.) che simula, prima del collaudo in ambiente marino, ogni sollecitazione alle parti più delicate e soggette ad usura.

 

Articoli correlati

 

Video correlati

 

 

Commenti

max.sub il 01-02-2010 dice:

...a sacca posteriore...molto comodo...assolutamente da provare!

emapola il 01-02-2010 dice:

Hmm interessante

 
 

Per inserire un commento devi essere un utente registrato.
Registrati oppure fai il Login
 

Ultimi utenti facebook